LOLITA, METAFORA DELLA VITA

LOLITA, DI NABOKOV.

Non bisogna toccare gli idoli: la doratura resta sulle dita.
(Flaubert)
Un must. Ma la doratura mi è rimasta attaccata.

“Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo-li-ta.
Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo un metro e quarantasette con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a scuola. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia era sempre Lolita.”

Questo è uno degli incipit più famosi della letteratura mondiale. Semplicemente straordinario. Si segue il movimento della lingua di Humbert Humbert, si assaporano con lui la pelle, il corpicino, l’odore di Lolita.
La passione dell’uomo per la ragazzina esplode (o implode) sin dalle prime righe. Chi volesse però trovare nel capolavoro di Nabokov morbosità o squallide sollecitazioni dei bassi istinti, si sbaglierebbe alquanto: il libro parla di una passione forse insana ma sincera, e ogni descrizione, ogni fatto, vengono narrati con eleganza magistrale, con sobrietà, persino con velata ironia.

Però. Come diceva Flaubert, Non bisogna toccare gli idoli: la doratura resta sulle dita: a me la doratura è rimasta attaccata.

Incipit cult e finale superlativo. L’inizio e la fine di questo romanzo sono stati per me gioielli d’alta scrittura. Colpi d’ala, voli pindarici. Pura melodia.
In mezzo, la noia più totale.

Ma forse la vita è così.
Due grandi momenti: si nasce, si muore. Fra i due eventi, l’attesa di dare un senso a tutto ciò.

Lolita

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...